In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere una macchina sottovuoto.

Possedere in casa una macchina per sottovuoto può rivelarsi molto utile e può aiutare a risparmiare sugli acquisti di alimenti. Sul mercato esiste davvero una vasta scelta di macchine sottovuoto e, spesso, è difficile capire quale sia la migliore, quella più adatta alle nostre esigenze. Una persona con una famiglia numerosa, infatti, avrà esigenze totalmente diverse rispetto a quelle di un single. Insomma, prima di scegliere una macchina per sottovuoto è necessario essere consapevoli dell’utilizzo che se ne intende fare e del luogo in cui la si vorrebbe collocare.

RGV SV400

Pompa della Macchina Sottovuoto

La pompa è il centro della macchina sottovuoto, perché è proprio lei che aspira l’aria dal sacco con la sua membrana, lasciando il contenuto privo di ossigeno. Più aria riesce ad estrarre, maggiore è il periodo di conservazione dell’alimento. La sua capacità di creare vuoto si calcola in millibar, cioè un millesimo di bar, che è l’unità di misura della pressione atmosferica al livello del mare. Questo significa che se il motore è in grado di creare una depressione di 500 mbar, l’aria che rimane, alla fine del processo di aspirazione, è il 50% della quantità originaria.

Quindi, se vuoi che di aria ne resti davvero poca, devi scegliere una macchina che abbia un potere di aspirazione abbastanza alto, intorno ai -700 o -800 millibar, e controllare sul vacuometro, cioè il misuratore di vuoto, quanta aria alla fine dell’operazione è stata estratta. Considera che più la pompa è potente, più la macchina è professionale. Infatti ormai si monta una doppia pompa anche nelle sottovuoto di fascia media, in modo da aumentare la potenza, distribuire meglio il lavoro e non sovraffaticare la membrana.

Un altro parametro da considerare è la portata della pompa, che viene calcolata in litri al minuto, simboleggiati in etichetta col simbolo l/min, o in decimetri cubi al minuto, che trovi indicati come dm3/min, ed indica la velocità con la quale la macchina estrae l’aria. In alcune macchine è molto alta, ed è ottima per oggetti o per alimenti solidi. Se invece devi estrarre l’aria da un alimento liquido, o molto delicato, è meglio che tu scelga una pompa con una portata più bassa. Quindi, in questi casi, o trovi una macchina che ti consenta di regolare la rapidità di deflusso dell’aria, o ne prendi una che non sia troppo energica.

Potenza della Macchina Sottovuoto

Trovi indicata la potenza della macchina, espressa in Watt, sull’etichetta dei vari modelli. Ovviamente più è alta più cresce il suo consumo di elettricità, ma una buona pompa aspiratrice, per funzionare bene e a lungo, ha bisogno di una potenza elevata.

Anche la barra saldatrice, che serve a chiudere ermeticamente il sacchetto, consuma molta energia. Tra l’altro le macchine migliori montano barre più lunghe dei classici 30 centimetri, e sono capaci di scaldarsi molto velocemente, per ridurre al minimo i tempi di sigillatura.

Funzionalità della Macchina Sottovuoto

Quando scegli una macchina per produrre il vuoto devi fare attenzione alle funzionalità che ti offre. Nei modelli di macchina sottovuoto professionali è presente la possibilità, per esempio, di scegliere la quantità di vuoto da ottenere, la velocità con cui svuotare il sacchetto e i tempi di sigillatura.

In alcune macchine infatti è possibile scegliere quando chiudere il contenitore, in funzione della quantità di aria aspirata, oppure di interrompere manualmente il ciclo di aspirazione, sigillando subito dopo il sacco.

Ma, in genere, queste scelte sono preimpostate con una serie di funzioni. Il ciclo per alimenti secchi, per esempio, effettua una lavorazione completa di aspirazione, al massimo delle possibilità, ed una saldatura normale. Quello per gli alimenti fragili, invece, è preimpostato con dei valori di esclusione dell’aria ridotti, e una saldatura rapida. Ancora più delicata è la funzione che serve a conservare sottovuoto le carni e i succhi freschi, e alcune macchine hanno anche la possibilità di estrarre l’aria dai contenitori di vetro.

Accessori della Macchina Sottovuoto

Le macchine sottovuoto hanno in dotazione solo alcuni sacchetti, tranne che per alcuni modelli, nei quali trovi anche il contenitore per il rullo e la taglierina. Tutto il comparto accessori, che serve a creare il vuoto, lo devi acquistare a parte in base alle tue esigenze. La serie completa di sacchetti è la prima scorta da fare insieme alla macchina, e, se non è compresa nell’attrezzatura, devi acquistare anche la taglierina, e il rotolo per preconfezionare i sacchetti della misura che ti serve.

Poi occorrono gli accessori per i contenitori rigidi, quindi il tubo con i vari adattatori, sia per la macchina che per i barattoli, le valvole da applicare ai contenitori, e i coperchi per i barattoli ermetici. Devi prendere anche i sacchetti particolari, per le cotture degli alimenti già sottovuoto, facendo attenzione che siano realizzati con i materiali adatti, insieme a quelli riutilizzabili per le conservazioni brevi.

Struttura della Macchina Sottovuoto

La dimensione di una macchina aspiratrice può sembrare un dettaglio di poco conto, almeno fino a quando non la devi collocare sul piano di lavoro oppure conservare. Può aiutarti, a risolvere il problema dello spazio, prenderne una che si possa poggiare in verticale. Ma se una macchina priva di accessori, come taglierina e porta rotolo, ha un ingombro più ridotto, una macchina peer sottovuoto accessoriata sarà certamente più voluminosa, ma decisamente più comoda. Infine anche il peso ha la sua importanza, perché, se per un verso una macchina leggera è più facile da spostare, per un altro più è pesante più è stabile quando è in funzione.

Tra le dimensioni da calcolare della macchina sottovuoto c’è da mettere nel conto anche la barra saldatrice. Nelle macchine standard misura intorno ai 30 centimetri, ma, per lavori particolari, è possibile anche scegliere dispositivi che montano bacchette più lunghe, da 40 centimetri fino a raggiungere gli 80 cm. Importante è anche la larghezza, perché, in molti modelli, per ottimizzare il processo ermetico, vengono montate delle barre con uno spessore doppio o, addirittura, è possibile trovare due barre che saldano contemporaneamente, a pochi millimetri l’una dall’altra, garantendo una tenuta ottimale del sacco.

Le altre caratteristiche importanti, quando scegli una macchina per il sottovuoto, sono quelle che devono garantirti la qualità, la funzionalità e la durata del tuo acquisto. Devi valutare il materiale con il quale è costruita, inox piuttosto che plastica, perché più esso è buono più la macchina ti durerà nel tempo. infatti, chi cura il materiale esterno, sceglie di montare una meccanica di qualità. Anche prendere un prodotto di marca è importante, perché ti garantisce di godere dell’assistenza, e di reperire i ricambi, in tempi relativamente brevi.

Ovviamente la qualità ha un costo, per cui non puoi pensare di trovare sul mercato una buona macchina per sottovuoto a prezzi bassi. Una struttura in acciaio inox, una barra saldatrice efficace, il doppio motore, una potenza aspirante da 800 millibar, sono caratteristiche che possono fare levitare il prezzo anche di un centinaio di euro, ma darti un risultato che non è paragonabile alle macchine economiche, sia come durata che come rendimento.

Macchine Sottovuoto più Vendute

Di seguito mettiamo a disposizione un elenco delle macchine per sottovuoto più vendute in questo momento con il relativo prezzo. Cliccando sui vari prodotti è possibile aprire una pagina in cui sono presenti le opinioni sulla macchina sottovuoto di chi ha comprato il dispositivo. Le recensioni degli utenti risultano essere molto utili per individuare la migliore macchina sottovuoto per le proprie esigenze.

Conclusioni

Una macchina sottovuoto non serve solo ad aspirare l’aria dai cibi, per preservarli dallo sviluppo di muffe e batteri, ma può essere usata per salvaguardare altri oggetti, come monete o reperti archeologici. Per quello che riguarda invece i tempi di conservazione, le macchine migliori sono fornite di una tabellina dettagliata per tutti gli alimenti, dalla carne alle erbe, compresi quelli da cucinare sottovuoto, con le nuove tecniche a cottura lenta.